Sfoglia le nostre novità
Home » Laboratorio Sociale » Buon compleanno ACLI, 80 anni!

Buon compleanno ACLI, 80 anni!

Giugno 2024

Per ricordare gli 80 anni dalla nascita delle ACLI, niente di più naturale e bello che festeggiare tutti insieme con Papa Francesco, a Roma. Così venerdì 31 maggio 2024 è partito un pullman di Aclisti di Como, di Lecco e di Sondrio in direzione Vaticano. L’udienza di sabato 1 giugno 2024 in aula Paolo IV ha raccolto 6000 aclisti provenienti da tutta Italia e dall’estero: l’attesa, i canti e le preghiere di Pace hanno ripagato le fatiche del viaggio e le poche ore di sonno, oltre a rinvigorire il senso di appartenenza ad una associazione così grande e radicata negli anni. 

La vicinanza di così tanti volontari conosciuti da anni o conosciuti perché vicini di sedia, hanno favorito lo spirito gioioso di accogliere il Santo Padre. Papa Francesco, brevemente ha descritto le ACLI attraverso 5 stili che le caratterizzano e le rendono importanti:

1 - lo stile Popolare: non solo nell’essere vicini alla gente ma di essere e sentirci parte del popolo, essere la rappresentazione del popolo

2 - lo stile Sinodale: il lavorare insieme per il bene comune con tutte le differenze che ci contraddistinguono, l’essere poliformi ed anche inquieti al nostro interno, ma in senso positivo, nella continua ricerca

3 – lo stile Democratico: la fedeltà alla democrazia è sempre stato un tratto distintivo delle ACLI, nell’agire e nelle scelte fatte in tutti questi 80 anni di vita.  Sostenere chi rischia l’emarginazione e restituire dignità alle persone più fragili affinché abbiano la possibilità di mettere in campo le proprie risorse ed il proprio contributo

4 – lo stile Pacifico: il voler essere operatori di Pace, essere voce di una cultura della pace portata avanti in tutti i campi, sia in un senso macro nella promozione di Pace tra gli Stati fino ad un senso micro cioè di coltivare la pace nelle relazioni quotidiane.  Essere sempre più capaci di intercedere per la Pace

5 – lo stile Cristiano: sintesi e radice dei quattro precedenti punti, essere un’associazione che si ispira al messaggio cristiano, non solo nella preghiera ma vivendo lo stile di Cristo.

Papa Francesco con le sue parole ha ricordato a tutti l’importanza e il punto di forza che distingue le ACLI dalle altre associazioni, che sta proprio nella lettera “C” di Cristiane, è solo ispirandoci alla vita di Gesù che è possibile capire cosa significa essere operatori di pace e trovare ispirazione e forza per accogliere tutti. Terminato questo momento breve ma significativo, è stato organizzato un Flash-Mob per la Pace in Piazza San Pietro, nel quale sono state srotolate 2 enormi bandiere (30 x 20 metri) una dell’Europa, la più grande mai realizzata, ed una delle ACLI/PACE perché la guerra non è mai inevitabile e la pace è sempre possibile.

Il pellegrinaggio a Roma è stata anche una occasione per trascorrere un paio di giorni insieme tra volontari: chiacchierando, visitando la città e divertendoci. Tra i vecchi aclisti ed i nuovi si è creata una bella armonia, per cui anche se in alcuni momenti poteva sembrare il viaggio della speranza, la sinergia generata assomigliava a quella presente in una grande famiglia. Questo viaggio, il tempo trascorso insieme e bene, perché come ha detto Papa Francesco, per aprire le porte, tenerle aperte ed accogliere le persone, è necessario che prima la condivisione e la voglia di stare insieme accettandoci nelle diversità, sia vissuta da e tra tutti volontari delle ACLI.

 

 

Paola, Eleonora, Simonetta e Vittoria